Intervista

1 min per la lettura

Sándor Kolumbán
La società ha come unico scopo sviluppare un solo prodotto che usa la RA per presentare i robot industriali ai clienti. Il nome del prodotto è ARBIRA, acronimo di Augmented Reality-Based Interactive Robot Assistant.
Sándor KolumbánExliteron

Potrebbe fornirmi una panoramica di Exliteron? Come si è arrivati alla sua costituzione?

Kolumbán... Ho una formazione in scienze informatiche e matematica applicata, quindi sono sempre stato vicino alla tecnologia e al mondo della ricerca. Sviluppo soluzioni software dal secondo anno di università, quindi alla fine del mio PhD avevo già 15 anni di esperienza come sviluppatore. Verso il 2017 ho percepito chiaramente che era il momento di passare dallo sviluppo di soluzioni per le aziende alla creazione della mia attività.

Nel corso della mia esperienza ho notato che la realtà aumentata è un settore in grande espansione e che è molto diverso dalle tecnologie generalmente impiegate nella progettazione dei prodotti nell'industria dell'automazione. Richiede una serie variegata di competenze e un flusso di lavoro totalmente diverso rispetto all'attività abituale. Quindi ho pensato che investire nelle capacità della RA sarebbe stato molto utile e proficuo. Partendo da questa idea, ho presentato e vinto una proposta di finanziamento dell'UE per una start-up e così è nata Exliteron. La società ha come unico scopo sviluppare un solo prodotto che usa la RA per presentare i robot industriali ai clienti. Il nome del prodotto è ARBIRA, acronimo di Augmented Reality-Based Interactive Robot Assistant. Il nostro team esperto composto da tre ingegneri software sta attualmente sviluppando e presentando il prodotto ai clienti per accrescere la reputazione dell'azienda.

Ci racconti qualcosa di più su ARBIRA.

Kolumbán... ARBIRA è una piattaforma di presentazione basata sulla realtà aumentata che offre molteplici servizi. Solitamente, quando si vuole vendere una soluzione di automazione, servono ingegneri per progettarla. Questo avviene normalmente in un ambiente con simulazione tramite computer, cui segue la presentazione al cliente. A questo punto è possibile generare PDF, video di simulazione e grafici ma nessuno di questi contenuti ha un formato tangibile. Exliteron fa un passo avanti portando le simulazioni digitali nella fabbrica per la quale sono state progettate. Qui usiamo immagini filmate dal vivo in officina nell'ubicazione della nuova macchina e le uniamo all'immagine aumentata del prodotto.

Se si costruisce qualcosa di completamente nuovo, questo processo non apporta grande valore aggiunto in quanto tutto viene sviluppato ex novo con il progetto, mentre se si intende automatizzare un processo esistente, è importante vedere in che modo la nuova automazione interagirà con il resto delle apparecchiature. L'uso della RA a tale scopo offre due vantaggi principali. Attualmente, nella fase di preparazione quando si modella digitalmente il nuovo processo, è necessario modellare anche qualsiasi altra cosa che avvenga in fabbrica. Questo passaggio può essere faticoso, soprattutto in presenza di processi complessi e piccole integrazioni. In questo caso è molto più facile modellare solo la parte che si desidera aggiungere e integrarla nella fabbrica utilizzando la RA. Ciò contribuisce a ridurre drasticamente tempi e costi di preparazione.

In secondo luogo, una soluzione come ARBIRA può contribuire ad aumentare le vendite. Stiamo attualmente collaborando con un'azienda rumena che produce piccole celle robotiche che vengono distribuite in tutta Europa. Invece di dover trasportare una cella in ognuno degli impianti dei clienti per mostrarne il funzionamento accanto alle macchine CNC, gli agenti che lavorano sul campo usano semplicemente i propri tablet equipaggiati con il nostro software ARBIRA. È molto più semplice fornire sette tablet a sette agenti che trasportare macchine costose in giro per l'Europa.

Solitamente un attento processo di selezione consente di ridurre la rosa di clienti realmente interessati, presso i quali vengono poi trasportati i macchinari. Con la nostra app, questo processo di selezione può essere posticipato a una fase successiva e molti potenziali clienti possono farsi un'idea della soluzione che potrebbero adottare.

Qual è la più grande innovazione che offrite al mercato?

Kolumbán... La RA è speciale in quanto consente alle aziende più piccole di accedere a soluzioni innovative in modo molto più semplice. Tuttavia, l'impiego di queste tecnologie è estremamente complesso perché i processi di sviluppo sono faticosi e servono competenze e conoscenze matematiche per implementarli.  Molte aziende di automazione non hanno semplicemente il tempo né le risorse per farlo. Un fornitore esterno è molto più adatto in questo.

Inoltre, una persona come me, con un background diverso dall'automazione, può assistere le aziende nell'identificare opportunità non visibili prima. La presentazione della nostra soluzione e di come essa possa ottimizzare il flusso di lavoro, migliorare l'efficienza di progettazione e potenziare le vendite spesso sorprende anche i CEO più tecnici ed efficienti. Anche se abbiamo già alcune applicazioni RA come Pokémon Go da quattro, cinque o più anni, la portata di questa tecnologia è ancora sconosciuta in molti settori.

Non definirei totalmente innovativo ciò che facciamo, ma senza dubbio apporta un elemento di novità nell'automazione con enormi potenziali vantaggi.

Qual è stata la più importante sfida superata dall'azienda?

Kolumbán... Le sfide da affrontare sono ancora molte, ma quella più importante fino a oggi è stata entrare nella catena di approvvigionamento del settore dell'automazione. Il motivo è che il settore non ha molta visibilità presso il grande pubblico e la gente non sente parlare delle aziende in seconda linea nella catena di approvvigionamento. Magari conosce un importante produttore di auto, ma probabilmente non ha mai sentito parlare dell'azienda che fornisce piccoli componenti che vengono poi montati sui veicoli, nonostante si tratti di un'attività molto redditizia. Nonostante il settore dell'automazione copra importanti attività economiche, non è molto visibile.

Abbiamo cercato di superare questo problema partecipando a fiere e pubblicizzandoci di più. Nel 2019 abbiamo preso parte a un grande evento a Tokyo che ci ha portato visibilità e contatti. Attualmente stiamo lavorando con le aziende per ottenere più dati sull'uso del nostro prodotto e capire quanto sia vantaggioso per loro.

Come si collegano i vostri prodotti e servizi con l'uso crescente dell'automazione nel settore manifatturiero?

Kolumbán... Più o meno 10-20 anni fa l'automazione era spinta da nuovi progetti e venivano configurati processi completamente nuovi.  Oggi il numero di questi nuovi progetti non cresce più o quantomeno si è stabilizzato; abbiamo infatti abbastanza fabbriche di grandi dimensioni e non sono in corso nuove realizzazioni. Questi processi vengono attualmente riconfigurati e modificati; emerge una nuova tendenza secondo la quale l'automazione coinvolge le piccole aziende. Ad esempio, la saldatura era una professione molto comune 15 anni fa mentre oggi è quasi impossibile trovare un saldatore specializzato. La soluzione per un'azienda potrebbe essere quella di avere alcuni saldatori esperti affiancati da robot in grado di replicare il loro lavoro.

Alla luce di questa tendenza, chi si occupa di integrazione dei processi di automazione deve preparare più progetti in modo più efficiente.  Ciò significa che l'efficienza di progettazione e di vendita deve crescere. Noi abbiamo sfruttato questa opportunità lavorando per trovare una soluzione. In futuro credo che la RA sarà utilizzata per verificare e correggere i programmi generati automaticamente, non solo per integrare il lavoro di progettazione.

Altre interviste

Torna in cima
Torna in cima
[{ "site.code": "it", "general.cookie_message": "Utilizziamo i cookie per assicurare la corretta funzionalità e la sicurezza del nostro sito. Cliccando su “Accetta tutti i cookie” ci permetti di fornirti la miglior esperienza possibile.", "general.cookie_privacy": "EU Automation utilizza i cookie", "general.cookie_policy": "Informativa sui cookie", "general.cookie_dismiss": "Accetta tutti i cookie" }]