affari

febbraio 28, 2018

4 min per la lettura

Un motore dell'innovazione

Un motore dell'innovazione

Nel 2017 il governo britannico ha diffuso la sua Strategia di politica industriale, che mira a fare del Regno Unito la nazione più innovativa entro il 2030. Ha anche annunciato finanziamenti affinché le attività di ricerca e sviluppo (R&S) si attestino al 2,4 per cento e promesso altri 725 milioni di sterline da allocare attraverso l'Industrial Strategy Challenge Fund. Questo investimento mira a stimolare l'innovazione nel Regno Unito attraverso lo sviluppo di nuovi prodotti e il potenziamento delle offerte già esistenti sul mercato. 

Secondo il Global Innovation Index 2017, il Regno Unito si attesta al quinto posto nella classifica dei Paesi più innovativi, il che lascia intendere che per essere il leader globale la strada da compiere sia ancora lunga. Nonostante nel Regno Unito viva solo lo 0,9 per cento della popolazione mondiale, le attività di Ricerca e Sviluppo sono ben consolidate nel Paese che spende al riguardo il 3,2 per cento della spesa mondiale per tale settore.

Secondo Innovate UK, la spesa sostenuta da aziende e università porta ogni anno alla pubblicazione di circa 140.000 paper, complessivamente il 16 per cento dei lavori a carattere scientifico più autorevoli al mondo e il 10,9 per cento delle citazioni nei brevetti di tutto il mondo.

Sono buone notizie per il Regno Unito, dato che è l'innovazione a garantire la sopravvivenza delle aziende. Le attività di R&S portano a prodotti e servizi nuovi e innovativi, ma permettono anche di utilizzare in modi inediti le tecnologie esistenti, quali ad esempio l'intelligenza artificiale. Offerte migliori costituiscono per le aziende una piattaforma per l'incremento delle vendite e la crescita.

Secondo gli stereotipi, l'innovazione passa dalle start-up che introducono nuove tecnologie atte a rivoluzionare il mercato esistente — analogamente a quanto fatto da Uber e Airbnb nel settore dei viaggi. Anche per le aziende più grandi, l'innovazione e gli investimenti nello sviluppo del prodotto sono fondamentali per stare al passo in un mercato competitivo.

Finanziamenti

Le attività di ricerca e sviluppo possono essere incredibilmente utili, ma anche molto onerose in termini di tempo e risorse. Per le aziende, in particolare per le piccole e medie imprese (PMI), può essere quindi difficile finanziare i progetti. A seconda della ricerca in corso, esistono molti modi in cui un'azienda può ottenere dei finanziamenti.

Dopo aver deciso di svolgere un progetto di ricerca, se l'azienda non lo finanzia autonomamente può consociarsi con un Catapult Centre, ad esempio il Manufacturing Technology Centre di Coventry. Questi centri sono stati creati per accelerare le innovazioni produttive britanniche atte a stimolare la crescita economica, garantendo alle aziende l'accesso a conoscenze tecniche e attrezzature per portare a termine i progetti.

Analogamente ai Catapult Centres, i Research Council, Innovate UK, gli enti territoriali e il programma UE Horizon sono tutte fonti di finanziamento all'innovazione. Le aziende possono usufruirne per accedere alle competenze e alle strutture che altrimenti sarebbero per loro inaccessibili.

L'HM Revenue and Customs (HMRC) offre sgravi fiscali per ricerca e sviluppo, disponibili per le PMI e le imprese di maggiori dimensioni, benché sia più generosa nei confronti delle aziende più piccole. Se un progetto è volto a approfondire la conoscenza e la comprensione del settore, l'azienda può beneficiare di tale regime.

Prestare attenzione al divario

Per essere tra i leader nel campo della ricerca e sviluppo, il Regno Unito ha bisogno di una forza lavoro creativa e qualificata. Al momento, si registra una grave carenza di ingegneri che abbracciano l'attività professionale. Privilegiare l'incremento del numero di giovani che esercitano professioni nel campo ingegneristico e manifatturiero, come pure accrescere le competenze del personale esistente, è determinante per la competitività del Regno Unito.

Per rendere il Regno Unito la nazione più innovativa entro il 2030, le aziende devono fare il grande passo, investire in ricerca e sviluppo e, soprattutto, investire nei lavoratori. La forza lavoro di oggi sarà responsabile delle innovazioni che saranno domani foriere di cambiamenti, sfruttare i finanziamenti e i programmi di formazione disponibili consentirà certamente al Regno Unito di scalare le classifiche mondiali.

 

 

Articoli Collegate

Torna in cima
Torna in cima
[{ "site.code": "it", "general.cookie_message": "Utilizziamo i cookie per assicurare la corretta funzionalità e la sicurezza del nostro sito. Cliccando su “Accetta tutti i cookie” ci permetti di fornirti la miglior esperienza possibile.", "general.cookie_privacy": "EU Automation utilizza i cookie", "general.cookie_policy": "Informativa sui cookie", "general.cookie_dismiss": "Accetta tutti i cookie" }]