automazione

settembre 22, 2021

4 min per la lettura

Le tecnologie per l'automazione contribuiscono a rivoluzionare l'idea di una presenza umana su Marte.
Le tecnologie per l'automazione contribuiscono a rivoluzionare l'idea di una presenza umana su Marte.

L'uomo riuscirà mai a vivere su Marte?

Il rover della NASA, Perseverance, ha appena annunciato di aver prelevato il primo campione in un anno dall'atterraggio. Progressi come questo rendono molto più realistica la possibilità di inviare l'uomo su Marte entro il 2030, ma tutto questo sarà possibile solo con il contributo di grandi innovazioni tecnologiche.

Marte è da sempre una delle principali priorità per gli astronauti, interessati a fare ricerca e ipotizzare una possibile presenza umana sul pianeta. Grazie alle somiglianze con la Terra in termini di dimensioni, inclinazione, struttura, composizione e persino la presenza di acqua, la vita umana potrebbe essere sostenibile sul pianeta rosso con l'impiego della tecnologia e di strumenti intelligenti. Ma quali sono le sfide da risolvere affinché tutto ciò diventi realtà? E in che modo l'automazione può contribuire a tutto questo?

Migliorare le missioni esplorative

Come per il settore manifatturiero, le macchine impiegate nelle esplorazioni della NASA devono essere piccole, versatili e intelligenti. Il nuovo rover Perseverance eredita parte del suo design da Curiosity, ma con l'aggiunta di alcuni sviluppi che migliorano i movimenti di accesso, atterraggio e discesa. Ad esempio, il nuovo rover dispone di uno strumento chiamato MOXIE, ubicato all'interno del corpo della macchina, che usa una tecnologia di prova in grado di convertire il biossido di carbonio dell'atmosfera di Marte in ossigeno. Aspetto ancora più innovativo, il rover è supportato dall'elicottero Ingenuity, un piccolo velivolo autonomo che testerà il volo a motore su Marte per la prima volta.

Oltre a queste tecnologie innovative, il rover è dotato anche di capacità potenziate a livello di sensori, nuove fotocamere e microfoni di discesa per meglio documentare le esplorazioni. Ciò consentirà alla macchina non solo di raggiungere punti scientificamente più rilevanti, ma di ridurre anche i due anni di viaggio dalla Terra a Marte ad uno solo.

Questi sviluppi nelle macchine di esplorazione contribuiranno a porre le basi delle future missioni - umane e robotiche - su Marte, ma consentiranno anche di raccogliere preziose informazioni in vista di una potenziale permanenza umana sul pianeta.

Sistemi alimentari

Una volta che tutte le preziose informazioni raggiungono la Terra, è possibile iniziare a prepararsi per costituire un sistema alimentare su Marte. Se gli umani raggiungeranno Marte un giorno, dovranno generare una fornitura stabile di cibo in quanto ottenere risorse alimentari dalla Terra sarebbe costoso e indubbiamente poco pratico. Marte è ricoperto di regolite, un materiale arido e tossico per l'uomo. Inoltre, l'acqua è presente solo sotto forma di ghiaccio e a causa della bassa pressione atmosferica, le piante non potrebbero crescere.

Una soluzione è quella di realizzare un'infrastruttura automatizzata chiamata "biofoundry" in grado di testare milioni di strutture di DNA per trovare i microbi che possano essere riprogettati per sostenere il sistema di alimentazione umana. Ciò richiede un'ingegnosa combinazione di biologia, ingegneria, automazione e calcolo. Un'infrastruttura così avanzata potrebbe accelerare la creazione di coltivazioni su Marte e migliorare la fotosintesi e la fotoprotezione per lo sviluppo di specie vegetali.

Se da una parte questa soluzione sarà fondamentale per il successo della vita umana su Marte, dall'altra contribuirà allo sviluppo delle risorse alimentari sulla Terra per affrontare le conseguenze sull'agricoltura dei cambiamenti climatici.

I nuovi sviluppi tecnologici ci avvicinano all'idea di una colonizzazione di Marte. Se vogliamo che l'uomo sbarchi sul pianeta rosso entro un decennio, dovremo fare un grande lavoro di preparazione. Dal miglioramento delle capacità esplorative con strumenti all'avanguardia alla progettazione di infrastrutture intelligenti per produrre cibo, l'automazione è essenziale per la riuscita di questo ambizioso progetto.

EU Automation non è attualmente in grado di consegnare componenti per l'automazione su Marte, ma spedisce pezzi in tutto il mondo in tempi brevissimi. Ciò aiuta produttori e tecnici in ogni parte del pianeta a portare a termine i propri progetti e trovare soluzioni innovative per la vita su Marte.

Per maggiori informazioni sulla nostra gamma diversificata di componenti e sui settori in cui operiamo visitare www.euatuomation.com.

Articoli Collegate

Torna in cima
Torna in cima
[{ "site.code": "it", "general.cookie_message": "Utilizziamo i cookie per assicurare la corretta funzionalità e la sicurezza del nostro sito. Cliccando su “Accetta tutti i cookie” ci permetti di fornirti la miglior esperienza possibile.", "general.cookie_privacy": "EU Automation utilizza i cookie", "general.cookie_policy": "Informativa sui cookie", "general.cookie_dismiss": "Accetta tutti i cookie" }]