EU Automation

tecnologia

gennaio 28, 2020

4 min per la lettura

Gli smartphone e l'economia circolare

Gli smartphone e l'economia circolare

Quale destino riservate al vostro vecchio smartphone quando non vi serve più? Probabilmente decidete di tenerlo. Secondo un sondaggio condotto dalla Royal Society of Chemistry (RSC), il 45% delle famiglie del Regno Unito possiede da due a cinque dispositivi elettronici in disuso.

Poiché il rilascio di nuovi smartphone diventa sempre più regolare, gli utenti si sentono spinti ad adottare il dispositivo più recente. Ma non è finita qui: i produttori di smartphone, tra cui Samsung ed Apple, sono stati sanzionati per aver causato l'obsolescenza programmata dei loro dispositivi in quanto offrivano aggiornamenti software che ne pregiudicavano le prestazioni per indurre gli utenti ad acquistare apparecchi nuovi.

Come effetto collaterale di questi fattori, circa 40 milioni di dispositivi giacciono inutilizzati in credenze e cassetti a casa delle famiglie britanniche. Un quarto degli intervistati dell'indagine di RSC ha rivelato di detenere, oltre agli smarphone, un laptop in disuso. In molti casi questi apparecchi vengono conservati come scorta, alcuni in attesa di essere venduti mentre altri semplicemente perché l'utente non sa come riciclare i rifiuti elettronici.

Uno dei principali problemi connessi alle persone che accumulano dispositivi elettronici è l'esaurimento di metalli preziosi come il tantalio, l'indio e l'ittrio. Riciclare questi elementi consentirebbe un minore sfruttamento intensivo di risorse naturali ed eviterebbe l'invio dei dispositivi in discarica.

I componenti e l'economia circolare

Esattamente come il mercato degli smartphone, l'innovazione tecnologica nel settore manifatturiero ha accelerato, accorciandolo, il ciclo di vita dei prodotti così da spingere i professionisti dell'industria ad acquistare più tecnologia per l'officina di produzione.

Quando un componente si guasta ci si può rivolgere all'economia lineare del prendere, produrre, usare e smaltire oppure all'economia circolare. Immaginate che il vostro motore smetta di funzionare perché un sovraccarico elettrico danneggia i componenti. L'approccio lineare a questo scenario prevede lo smaltimento del vostro vecchio motore e, in sostituzione, l'acquisto di un motore nuovo di zecca. L'approccio circolare, invece, richiederebbe di inviare il motore guasto a un riciclatore che lo smonterà e ne riciclerà le parti. Se il motore non è eccessivamente danneggiato, potreste optare per il ricondizionamento o la rigenerazione in modo da inviarlo ad una nuova e soddisfacente destinazione.

Dovrete anche pensare all'acquisto di un componente sostitutivo. Anche se ordinare un ricambio potrebbe sembrare un'operazione difficile, soprattutto nel caso di un motore obsoleto, EU Automation può aiutarvi. Un fornitore affidabile di apparecchiature per l'automazione può fornirvi un motore rigenerato, con un accurato ripristino delle specifiche originali. In alternativa, potreste acquistare un motore ricondizionato, che è un processo meno intensivo. In entrambi i casi, è prevista l'esecuzione di un severo processo di garanzia di qualità per assicurarne l'autenticità e le buoni condizioni.  Ad esempio, la tecnologia di scansione può individuare qualsiasi differenza tra una parte rigenerata o ricondizionata e una parte originale di riferimento, escogitando un modo per correggere eventuali differenze.

Poiché questo approccio sta diventando più comune, le apparecchiature di automazione, e in una certa misura anche gli smartphone, vengono ora progettati pensando all'economia circolare. Ciò significa che il disassemblaggio e la ricostruzione stanno diventando più facili e veloci.

Ora che avete appreso le preoccupanti statistiche di RCS sugli smartphone, potreste considerare più seriamente il riciclo dei vostri vecchi dispositivi. Oltre agli smartphone, dovreste considerare un approccio circolare ai vostri pezzi di automazione. Non ve ne pentirete.

Articoli Collegate

[{ "site.code": "it", "general.cookie_message": "Questo sito web utilizza i cookie per essere sicuri di ottenere la migliore esperienza sul nostro sito.", "general.cookie_learnmore": "Ulteriori informazioni", "general.cookie_dismiss": "Fatto!" }]