EU Automation

affari

settembre 19, 2018

4 min per la lettura

Colmare il divario delle competenze

Colmare il divario delle competenze

Watson e Crick. Lennon e McCartney. Hewlett e Packard. Tre esempi di collaborazioni di successo i cui risultati hanno avuto un impatto sostanziale e di lungo termine nei rispettivi settori. Per generare un impatto significativo sulle carenze di competenze tecniche, serve tuttavia anche un sforzo collaborativo.  

L'ingegneria è un settore high-tech che si affida a talenti competenti, altamente qualificati e in possesso di un'adeguata formazione. Le aziende ricercano dipendenti in possesso di competenze digitali e tecniche per prepararli a integrarsi nella forza lavoro della quarta rivoluzione industriale. Il problema è che i principali Paesi industrializzati, tra cui Regno Unito e Stati Uniti, hanno difficoltà a reperire talenti dotati delle necessarie competenze.

 Il ritmo di evoluzione dell'industria ingegneristica aggrava il problema. Con l'arrivo di Industry 4.0, le competenze richieste per i ruoli associati alla produzione risultano notevolmente diverse rispetto agli anni precedenti. Il Forum economico mondiale ha rilevato che il 35% delle conoscenze necessarie in ambito lavorativo a livello industriale cambierà entro il 2020.

 La tecnologia sta diventando obsoleta a ritmi mai visti, rendendo di conseguenza obsolete alcune competenze. Il governo britannico ha segnalato che 12,6 milioni di adulti sono carenti delle competenze digitali di base, elemento che ne potrebbe rendere difficile l'inserimento lavorativo in strutture digitali connesse.  L'istruzione ha un compito importante nel garantire che il personale disponga delle necessarie competenze, ma un ruolo altrettanto rilevante spetta ai genitori, ai governi e alle aziende di ingegneria. Cosa possono fare quindi le imprese per contribuire a colmare il divario?

 Apprendistati

Integrando degli apprendisti le aziende possono trasmettere ai giovani le competenze necessarie a raggiungere il successo, offrendo loro l'opportunità di guadagnare mentre imparano. Gli apprendisti vengono formati sulle tecnologie correnti; non c'è quindi tempo perché diventino obsolete tra formazione e inizio del percorso lavorativo.

 Le aziende iniziano a offrire apprendistati di alto livello, che consentono ai giovani di formarsi fino alla laurea mentre lavorano in azienda. In tal modo i giovani possono rafforzare le proprie conoscenze teoriche abbinandole a un'esperienza pratica. National Grid, BAE Systems e Siemens sono solo alcune delle aziende che offrono apprendistati tecnici per aiutare i giovani a migliorare le proprie competenze in questo modo.

 Nuovi apprendistati vengono lanciati in linea con l'introduzione di nuove tecnologie come uno dei programmi del Manufacturing Technology Centre, dedicato alla produzione additiva. Gli apprendistati concentrati su tecnologie nuove e innovative aiuteranno la forza lavoro a prepararsi al lavoro del futuro.

 Non si tratta solo di formare i nuovi dipendenti. Considerando il ritmo dei cambiamenti tecnologici, le aziende devono formare il personale già operativo per garantire che sia pronto ad affrontare il futuro digitale ed evitare il crearsi di un divario di competenze. L'importanza dell'aggiornamento professionale è stata evidenziata nel report 2017 Made Smarter, che ha rilevato la necessità di una commissione che guidi il processo per oltre un milione di lavoratori del settore industriale nel Regno Unito.

 Sensibilizzazione

Le aziende possono inoltre inserirsi nel mondo della scuola per contribuire ad aumentare il numero di studenti che intraprendono studi scientifici, tecnologici, ingegneristici e matematici (STEM). Ciò può includere esperienze lavorative, eventi collegati alla crescita professionale, workshop o tour aziendali. Ingegneri ed esperti dei settori scientifici possono registrarsi per divenire ambasciatori e volontari STEM a questi eventi.  In questo modo è possibile offrire ai giovani l'opportunità di conoscere da vicino le caratteristiche dei ruoli tecnici e ingegneristici. Aziende come Siemens offrono numerosi programmi di sensibilizzazione per contribuire ad affrontare il problema.

 La carenza di competenze sta spingendo le aziende ingegneristiche a fare di più per salvaguardare le attività future di reclutamento. Le aziende possono porre le basi di un futuro digitale formando nuovo personale, migliorando le competenze professionali dei dipendenti già attivi e inserendosi nel mondo della scuola per stimolare i giovani a intraprendere studi STEM. In collaborazione con il governo, altre aziende e il settore dell'istruzione, possiamo davvero fare una grande differenza, come Watson e Crick, Lennon e McCartney, Hewlett e Packard.

Articoli Collegate

[{ "site.code": "it", "general.cookie_message": "Questo sito web utilizza i cookie per essere sicuri di ottenere la migliore esperienza sul nostro sito.", "general.cookie_learnmore": "Ulteriori informazioni", "general.cookie_dismiss": "Fatto!" }]