automazione

gennaio 06, 2021

5 min per la lettura

Qual è la formula vincente per un 2021 di successo?
Qual è la formula vincente per un 2021 di successo?

2021: opportunità è la parola chiave

Il bisogno aguzza l'ingegno, recita un famoso proverbio. Nel 2020, l'industria manifatturiera ha dovuto far fronte alle conseguenze di una pandemia globale, mercati imprevedibili e instabilità politica, affrontando nel contempo questioni pressanti che già affliggevano il settore come la necessità di sviluppare metodi di produzione sostenibili.

Ogni mese, l'Oxford English Dictionary rileva le 25 parole chiave più usate nell'Oxford English Corpus, monitorandone i picchi e le impennate nella frequenza d'uso. Non a caso, il 2020 è stato letteralmente definito dal COVID-19 con termini quali pandemia, quarantena e lockdown presenti quasi ogni mese.

Ma in che modo i produttori hanno risposto allo scenario apocalittico del 2020? Il settore si è dimostrato non solo resiliente, ma pronto ad adattarsi e propenso all'innovazione. Di conseguenza, le strategie che i produttori hanno posto in essere per tenersi a galla nel 2020 potrebbero trasformarsi nella formula vincente per un 2021 di successo.

Robotica avanzata

Nel 2020, molti stabilimenti di produzione si sono ritrovati con locali svuotati a causa dell'interruzione dell'attività o della necessità di scaglionare i turni o far lavorare a distanza parte dei propri dipendenti. Gli stabilimenti, però, avevano bisogno della solita manutenzione a cui si aggiungevano servizi extra quali pulizia approfondita su base giornaliera, oltre a interventi di manutenzione supplementari per le attrezzature spinte al limite per soddisfare i picchi della domanda o recuperare la mancata produttività.

Per fare tutto questo riducendo nel contempo la presenza del personale, le aziende hanno sempre più fatto ricorso ai robot, determinando nel 2020 un'impennata delle quotazioni azionarie della robotica avanzata. Aziende come ABB e Rockwell Automation hanno assistito a un incremento dei propri corsi azionari, mentre Brain Corp ha registrato un improvviso aumento della domanda di robot per la pulizia dei pavimenti.

Questa tendenza probabilmente proseguirà nel 2021, poiché le aziende acquisteranno robot avanzati per automatizzare i compiti di routine in modo da rispettare le norme sul distanziamento fisico.

Catene di approvvigionamento affidabili

Ricordate i giorni in cui la carta igienica e l'igienizzante per mani erano beni di lusso? Durante il lockdown, le persone hanno subito direttamente le conseguenze di catene di approvvigionamento complesse che dipendono fortemente da una determinata area geografica.

Per impedire che ciò accada di nuovo, è probabile che nel 2021 i produttori cerchino di eliminare le dipendenze da una singola fonte diversificando le proprie catene di approvvigionamento. Assisteremo al passaggio dall'approvvigionamento su scala globale a quello su scala regionale, i produttori acquisteranno le materie prime in aree limitrofe e produrranno internamente quei componenti la cui fabbricazione veniva tradizionalmente esternalizzata.

Le aziende dovranno anche investire in soluzioni di gestione di magazzino che garantiscano visibilità su tutti i nodi delle catene di approvvigionamento, oltre i propri fornitori di primo livello. In questo modo, i produttori saranno in grado di reagire rapidamente se un nodo non riesce a soddisfare un ordine.

La gestione della catena di approvvigionamento assisterà a un declino della popolarità dei modelli di serie storiche per la previsione della domanda. Questi modelli considerano gli eventi non prevedibili, ad esempio una pandemia, come eccezioni e li scartano dai loro dati. Nel mondo imprevedibile di oggi, non è più un'opzione perseguibile.

Produrre in maniera sostenibile

Nel 2020 il lockdown ha dato alla natura la possibilità di riappropriarsi dei suoi spazi: in tutti i notiziari abbiamo visto filmati in cui gli animali selvatici scorrazzavano indisturbati nel centro delle città.

Nel 2021 le pressioni da parte di governi e consumatori spingeranno i produttori a intensificare i loro sforzi per produrre in maniera sostenibile. La recente ricerca condotta da HIS Markit rivela che la pandemia ha rafforzato le politiche esistenti per la decarbonizzazione dell'industria; in tal senso Unione Europea, Regno Unito, Canada e Cina stanno dando l'esempio.

La sostenibilità sarà anche al centro dei piani degli investitori. Secondo l'Agenzia internazionale per le energie rinnovabili (IRENA), l'investimento complessivo in fonti di energia rinnovabile supererà gli investimenti in combustibili fossili per la prima volta nella storia.

Un numero crescente di multinazionali sostiene pubblicamente la sostenibilità: Apple, ad esempio, nel luglio 2020 ha annunciato che prevede di rendere a impatto zero tutte le sue catene di approvvigionamento e i suoi prodotti entro il 2030. Nel 2021, ci si aspetta che sempre più aziende lancino iniziative simili.

Se il 2020 è stato un anno di grandi sfide, il 2021 potrebbe essere ricco di opportunità — EU Automation è stata al fianco dei produttori nei momenti più difficili della pandemia, e continuerà a esserlo nell'anno della rinascita.

Articoli Collegate

Torna in cima
Torna in cima
[{ "site.code": "it", "general.cookie_message": "Utilizziamo i cookie per assicurare la corretta funzionalità e la sicurezza del nostro sito. Cliccando su “Accetta tutti i cookie” ci permetti di fornirti la miglior esperienza possibile.", "general.cookie_privacy": "EU Automation utilizza i cookie", "general.cookie_policy": "Informativa sui cookie", "general.cookie_dismiss": "Accetta tutti i cookie" }]